Il teatrino della politica | TDP

spettacolari burattini parlanti

Archivi Mensili: agosto 2012

Casta: le vecchie abitudini non muoiono mai

Polverini: per un’operazione occupa un intero reparto di ospedale

Ennesimo scandaletto nel Lazio, che terrà banco nel dibattito pubblico circa 48h, per poi sparire – pensare che da altre parti si dimettono capi di stato per molto meno -: la presidente della regione Renata Polverini sembra abbia occupato un intero reparto dell’ospedale Sant’Andrea di Roma per una operazione avvenuta il 25 agosto scorso.

A dire il vero le versioni sono contrastanti: dal centrodestra si afferma che il reparto era vuoto e chiuso per via delle ferie di buona parte dell’organico, quindi non si è sottratto nessun posto letto agli altri degenti; piuttosto le motivazioni sono da ricercare nella privacy da assicurare a Renatona, nonché nell’evitare agli altri pazienti un tran tran altrimenti assicurato.

Il centrosinistra, attacca a mani basse, puntando il dito sull’indegno favoritismo di cui ha goduto la presidente, a dispetto delle interminabili liste di attesa per tutti gli altri comuni cittadini che usufruiscono di una delle sanità regionali peggiori d’Italia.

Dal canto loro, né lo staff della Polverini né lei personalmente hanno rilasciato dichiarazioni.

Sia come sia, sicuramente sarà una nuvoletta passeggera sul sole splendente che bacia la Roma politica. Tutto va per il meglio e comunque non sono queste le cose importanti, vero?

Buon divertimento!

link –> articolo del Corriere

Italia: benzina a 2 euro ed altre storie

Storie di terrore e raccapriccio. Storie di chi, andato in vacanza per tre settimane, torna e paragona l’Italia a quanto visto all’estero. E quanto visto all’estero sembra sempre migliore.

Poi ci si riflette su e ci si dice: “non può essere che una Polonia qualsiasi sia migliore del nostro beneamato Paese”. E probabilmente non lo è.

Ma ritrovi il caos, l’ignoranza, l’inciviltà, la sporcizia, il menefreghismo, la benzina a 2 euro al litro, il debito pubblico a 2.000 miliardi di euro, i beni artistici, culturali e paesaggistici depredati e sistematicamente distrutti giorno per giorno, gli stessi politici di trenta anni fa, le giovani generazioni invitate in tutti i modi a scappare, delinquere o ammanicarsi.

Non avevi dimenticato tutto, speravi solo si fosse trattato di un brutto incubo. Ed invece bentornati nella realtà.

“Basta che ce stà ‘o sole, basta che ce sta ‘o mare…”.

Buon divertimento!

Lombardo: prima delle dimissioni nomina due assessori

Raffaele Lombardo, un po’ il simbolo di come la politica italica si stia suicidando.

In questi ultimi anni alla guida della Regione Siciliana (questo il nome ufficiale) è riuscito a cambiare fronte politico e maggioranza più volte, rimanendo sempre in sella ed a peggiorare i conti già in rosso della regione.

Dopo pressioni che gli sono giunte da tutte le parti, anche da parte di SuperMario Monti, il governatore della Sicilia ieri ha rassegnato le proprie dimissioni. Ma, come si legge sul Corriere, non prima di aver sistemato una cosuccia: due belle nomine per due fedelissimi, precisamente Nicola Vernuccio alle autonomie locali e Mario Zappia come commissario straordinario dell’Asp di Siracusa.

E, tralasciando altre chicche, ha chiuso con una proposta di secessione dall’Italia: “Ma se continuano a dirci che siamo brutti, sporchi e cattivi, che abbiamo i conti in disordine, che spendiamo male, che siamo un peso, che ci stiamo a fare insieme in Italia? Tanto vale che ci si separi consensualmente”.

Siamo in dubbio se consigliare davvero di leggere tutto l’articolo del Corriere e vedere il video dell’ultimo discorso da governatore di Lombardo: potreste convincervi a non andare a votare per un paio di lustri.

Buon divertimento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: