Il teatrino della politica | TDP

spettacolari burattini parlanti

Santoro-Berlusconi: la sfida dialettica la vince Silvio. Ma politica e giornalismo dov’erano?

santoro-berlusconi-11-01-2013Tutti ne parlano, molti l’hanno visto: il confronto/scontro tra Santoro e Berlusconi all’interno di Servizio Pubblico andato in onda su La7 ha raggiunto oltre il 33% di share e quasi 9 milioni di telespettatori.

E’ stato un piccolo evento, sia mediatico che di dialettica. Non occorre essere degli analisti politici per fare alcune considerazioni:

1) Silvio Berlusconi, come la si pensi su di lui, sa comunicare e ieri sera l’ha dimostrato anche al duo di accusatori per eccellenza Santoro/Travaglio;

2) Michele Santoro giocava alla provocazione, ma è finito nella sua stessa trappola, alterandosi quando Silvio gli ha elencato le condanne di Travaglio;

3) Marco Travaglio ha recitato un compitino, giusto ma non sufficiente;

4) le due giornaliste donne, Costamagna ed Innocenzi, non pervenute.

Ora, le doti oratorie ed affabulatorie di Berlusconi non le scopriamo certo oggi. Peccato lui dichiari di voler fare il politico e risolvere problemi, non il conferenziere.

Dall’altro lato Santoro, anche lui comunicatore nato, dovrebbe stare un po’ di più ai fatti e nascondere meno l’odio viscerale per una certa area politica ed una certa persona (quando fa presente a Berlusconi che è vecchio? Ne vogliamo parlare? Se Silvio avesse fatto una cosa del genere – e ne ha fatte -, giustamente gli sarebbero saltati al collo).

Insomma, sembra che i due sfidanti facciano tutto meno che il loro mestiere di politico e giornalista, limitando invece a dare spettacolo ad un pubblico avido di fiction.

Buon divertimento!

link –> video della lettera di Berlusconi a Travaglio

Annunci

4 risposte a “Santoro-Berlusconi: la sfida dialettica la vince Silvio. Ma politica e giornalismo dov’erano?

  1. angela averna 11 gennaio 2013 alle 15:50

    alle 22.30 circa sono andata a letto stufa di essere presa in giro nell’assistere a questa ennesima farsa. Forse il vecchietto aveva preso qualche eccitante e i cosiddetti oppositori facevano il balletto apparentemente critici ma in sostanza davano solo più lustro al vecchietto malefico e sempre più gasato!L’ italia è proprio un paese di ……..,ma la responsabilità non è dei capetti ma nostra,ogni paese ha il governa che si è scelto e quindi si merita.

    • impresario83 11 gennaio 2013 alle 15:54

      e ti sei persa il “meglio” Angela, da parte di entrambi.
      finché tutti cercheremo di tifare pro o contro invece di pensare alle cose da fare e a chi può farle realmente, saremo condannati al declino.

  2. impresario83 12 gennaio 2013 alle 21:23

    Ed ecco l’analisi di Aldo Grasso sul Corriere di oggI: http://www.corriere.it/spettacoli/13_gennaio_12/a-fil-di-rete-i-tre-errori-gravi-santoro-grasso_ae34b042-5c80-11e2-bd70-6c313080309b.shtml
    In sostanza una debacle per Santoro che, preda del suo stesso narcisismo, è caduto nella trappola berlusconiana senza accorgersene.

  3. Pingback:Berlusconi: Mussolini fece cose buone. Voi che ne dite? « Il teatrino della politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: