Il teatrino della politica | TDP

spettacolari burattini parlanti

Archivi delle etichette: crisi di governo

Letta, la convinzione di convincere ed il miraggio Renzi

lettaEnrico Letta, povero lui, è convinto di convincere. E vuol convincere i suoi del Pd, che però sembrano non volersi far convincere. Questo il quadro, instabile più di sempre.

Un nuovo cambio al vertice del Governo ci si para di fronte: sarebbe il terzo, in poco più di due anni, per di più senza elezioni.

Sarà che essere la XVII Legislatura vuol dire già non nascere sotto i migliori auspici, ma se la XVIII ci riserverà un nuovo primo ministro nelle fattezze di Fonzie Renzi, siamo così certi che questo sia un bene? Secondo il Teatrino della Politica no, e per tante, troppe ragioni. Sicuramente queste:

1) nessuna consultazione elettorale ha dato le redini in mano a Renzi;

2)  la maggioranza che potrebbe sostenerlo sarebbe a dir poco eterogenea, andando da Giovanardi a (forse) Sel, con una spruzzata di fuoriusciti 5 Stelle;

3) su quale base programmatica Renzi vuol governare? Quella fin qui ondivaga e portata avanti dai suoi baby collaboratori o quella schiacciata sui “soliti” temi (pubblico impiego, buonismo & sindacati, mischi il tutto e lasci riposare)?

Nel momento in cui anche la Lega apre al sindaco di Firenze, la cura contro il male dell’immobilismo del governo Letta potrebbe rivelarsi un boomerang di proporzioni epiche… con un leader della sinistra di nuovo bruciato. Meglio elezioni, senza dubbio.

Buon divertimento!

Annunci

Berlusconi, la crisi e il dizionario italiano-sardo

berlusoni-dizionario-sardo-02-10-2013Ajò amici!

Berlusconi sta mettendo in crisi il governo Letta? Forse no, visto che 23 dei suoi sembra gli stiano facendo “cucù” e si apprestino a votare la fiducia al simpatico Primo Ministro.

Chi l’avrebbe mai detto che il delfino Alfano, colui a cui manca il quid, avrebbe deciso diversamente dalla volontà del Super Silvio?

Berlusconi, forse per consolarsi, si è dato a letture impegnate: gira da qualche ora con un dizionario Italiano-Sardo sotto il braccio. Regalatogli da un deputato sardo, tal Salvatore Cicu, il condannato in via definitiva stringe il libro a sé come uno scudo.

Invece che Hammamet, hai visto mai che l’ex Premier stia pensando alla Barbagia come luogo per un suo ritiro dorato?

Buon divertimento!

Silvio ha già registrato il video della rottura. «Non si può stare a letto con il nemico»

silvio-berlusconi-commosso - 05-09-2013Il Governo Letta cade? No, sta in piedi. No scherzavamo, cola a picco.

Sia come sia, voci piuttosto insistenti danno per già registrato il videomessaggio della rottura da parte del Cavalier Berlusconi. Si sta solo temporeggiando, dando una regolata ai falchi ed attendendo le reazioni del Pd (a dire il vero piuttosto compatto, salvo rari casi… e questa è una novità).

Oggi Verderami sul Corriere così scrive:

“«Non si può stare a letto con il nemico», sostiene Berlusconi. Il punto è che nel Pd Berlusconi non viene più visto come «il nemico», cioè come il competitore, avversario alle prossime elezioni. Lo sanno anche nel Pdl, dove si discute di tutto ma non si dice ciò che non può esser detto: il Cavaliere è fuori gioco, e prima o poi bisognerà fare i conti con la novità. Le piccole beghe di potere alla corte di Versailles, la lotta per le stanze nella nuova sede, sono l’anticipazione di ciò che sarà e che non è ancora. Per esempio, come farebbe Berlusconi a gestire il ruolo di capo della coalizione in campagna elettorale, se persino per un’intervista dovrebbe chiedere l’autorizzazione al magistrato?
Eppure c’è un motivo se il Cavaliere non demorde, se resta l’alfa e l’omega per un partito che sta per cambiare. Perché il passaggio a Forza Italia è pronto, sarà a immagine e somiglianza del «presidente», e non prevederà l’azzeramento della squadra, visto che al fianco del leader verrà riproposta la stessa struttura apicale del Pdl, con Alfano alla guida di un comitato ristretto di cui faranno parte i coordinatori Verdini e Bondi, i capigruppo Schifani e Brunetta, e il tesoriere Crimi. Somiglia tanto a una macchina elettorale, che non si sa se e quando potrà andare in pista. Di sicuro non sarà più pilotata da Berlusconi“.

Non sarà pilotata da Berlusconi? Non ci giureremmo.

Buon divertimento!

Berlusconi torna in campo: cosa ne pensate? (sondaggio)

Berlusconi-06-12-2012Mi si nota di più se torno in campo o se vado in vacanza in Kenia da Briatore? Questa è la domanda che Silvio nostro, da settimane e mesi, continua a porsi.

Ora sembra aver trovato una risposta: si ricandida.

Costretto a tornare, ha dichiarato. Ma da chi? A 76 anni ancora cerchiamo un qualcosa di altro (magistratura, comunisti, “Angelini Alfani” che non ce la fanno a decollare) per giustificare la sua ricandidatura?

Il Pdl, come ha scritto Ferruccio De Bortoli oggi, è pieno di naufraghi che si ammazzano l’un l’altro ed il “novello” candidato Silvio non potrà che avere un effetto di accelerazione del bing-bang (anche del governo Monti).

Buon divertimento!

Berlusconi all’epilogo? La resurrezione (sotto mentite spoglie) potrebbe essere dietro l’angolo

308 è un numero un tantinello basso se parliamo di Camera dei Deputati. E’ uguale a zero. Non hai più la maggioranza.

In altri tempi, questo poteva essere derubricato ad un “incidente di percorso”, come dicono quelli che di politica ne masticano. Ma stavolta i bagni di Montecitorio erano vuoti, gli onorevoli in missione all’estero erano non all’estero, le ministre non erano dal parrucchiere (e siamo buoni).

Si scatena, così, il giubilo della Rete. L’importanza che Silvio non abbia più la maggioranza sembra riempire di rinnovata speranza ogni angolo del Bel Paese. Ma:

1) il debito pubblico, la disoccupazione e, soprattutto, la classe politica sono ancora lì;

2) l’alternativa a Berlusconi, è il berlusconismo al momento. Null’altro purtroppo.

Ci attendono ore concitate, come sempre, ed una bella controfigura come Angelino Alfano al posto di Silvio. Almeno questo è quello che sembra proporrà il Pdl.

E Napolitano? Vedremo.

Buon divertimento!

link –> il risultato della votazione alla Camera sul Corriere

Ore 16.10: alla Camera si fa a gara per commemorare lo scomparso on. Franzoso

E se ricordo deve essere, quello dell’on. Franzoso sembra l’allenamento per il funerale principe, quello del caro Silvio.

Berlusconi salma deambulante o eroe in affanno? Lo sapremo tra pochissimo.

Intanto continua il ricordo dell’onorevole scomparso. Ed a fare finta che tutto vada bene.

Buon divertimento!

Maroni: “la maggioranza non c’è più”. Via all’ammucchiata selvaggia?

La quiete dopo la tempesta (con annessi morti un po’ dappertutto)? Neanche per idea. Se a livello meteorologico dovremmo andare verso un miglioramento, il nostro bel Paesello sta infilandosi dritto verso una crisi di governo completamente senza bussola.

Da anni, sempre più persone invocano un cambio, un rinnovamento. Via l’affabulatore/dittatorucolo soft/statista mediatico Silvio B., gli scenari che ci parano di fronte sono uno più instabile dell’altro.

Moriremo democristiani? Sembra di sì. Ma anche pddini, filo-dipietristi, vendolian-compagni, fini-camerati. Tutto insieme (ed anche di più)!

L’ammucchiata selvaggia che ci aspetta placherà la picchiata delle borse? Porterà quella credibilità internazionale tanto sperata? Realizzerà le riforme necessarie da almeno un trentennio?

Il Teatrino, pur favorevole ad una ventata di aria fresca a Palazzo Chigi, si permette di dubitare di quanto sopra…

Buon divertimento (e correte in qualche mercatino delle pulci a recuperare una vecchia tessera Dc)!

link –> i 16 deputati fondamentali per Berlusconi (Corriere.it)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: