Il teatrino della politica | TDP

spettacolari burattini parlanti

Archivi delle etichette: grillini

Bersani invia i “pontieri” a dialogare con Grillo (mentre pensa di querelarlo)

bersani-pd-12-03-2013Prosegue lo stallo istituzionale e politico in Italia. E proseguono i disperati quanto vani tentativi di dialogo di Bersani con il M5S ed il suo leader Grillo.

Oggi un incontro con alcuni “pontieri” del Partito Democratico – i tre sono Davide Zoggia, Luigi Zanda e Rosa Calipari – che avranno il compito di sondare possibili accordi con gli esponenti del Movimento.

E’ la cronaca di un fallimento annunciato: se non bastasse che nella natura del M5S c’è proprio il non dialogo con i partiti esistenti, se non fosse abbastanza chiaro che Grillo sa di crescere nei consensi proprio quando rifiuta il compromesso, ci si mette anche una scelta a dir poco sballata dei mediatori del PD. Poche ore fa, infatti, proprio Davide Zoggia, in rappresentanza del partito, ha manifestato l’intenzione di querelare Grillo per le dichiarazioni in merito alla vicenda del Monte dei Paschi di Siena.

Zoggia, definendo “scandalosi” gli attacchi di Beppe, ha dichiarato: “Sono toni che avranno ricadute dal punto di vista giudiziario. Sono stati non corretti”. E a chi chiede se il Pd sporgerà querela contro Grillo risponde: “Se ne sta occupando il tesoriere, durante la campagna elettorale sono stati usati toni non degni di un paese civile. Lo verificheranno le autorità giudiziarie, sono state fatte allusioni e affermazioni pesantissime in un’inchiesta delicata che pochi giorni fa ha avuto anche una tragedia umana. E credo che prima di fare questo tipo di affermazioni bisogna stare molto attenti”.

La genialità di inviare un soggetto che prima annuncia querela e poi vuole dialogare, tutto ciò nel giro di 24 ore, ci suggerisce il finale della storia, di quanto possa andare a buon fine la mediazione.

Intanto l’Italia aspetta invano…

Buon divertimento!

Annunci

Luna Grillo, figlia di Beppe, trovata con due dosi di cocaina

Bene o male purché se ne parli.

Se non bastasse Beppe Grillo a far discutere, ora ci si mette anche la figlia Luna: è di poche ore fa la notizia che la rampolla è stata pizzicata con un paio di dosi di cocaina.

La scoperta è avvenuta durante un controllo della Polizia e Luna, fermata in auto, ha spontaneamente consegnato quanto aveva con sé.

Qualcuno già ironizza che ciò possa far aumentare ancora i voti del Movimento 5 Stelle… Sembra che qualsiasi cosa facciano, anche discutibile (“scarsa democrazia interna” e “caso Favia” vi dicono qualcosa?), gli porti un beneficio elettorale.

Notizia ripresa dal portale Rimini Today:

“Nel corso di un controllo è stata trovata con due dosi di cocaina, una da 0,3 e l’altra da 0,16 grammi. Luna Grillo, figlia di Beppe Grillo, leader del Movimento 5 Stelle, è stata segnalata alla Prefettura di Rimini come assuntrice di sostanze stupefacenti, provvedimento amministrativo che scatta quando un soggetto viene trovato con dosi di droga per uso personale. Luna, cantante 32enne, è stata fermata da una Volante della Questura nella serata del 7 novembre.

La notizia è stata riportata dalla stampa locale. La figlia del leader dei grillini stava percorrendo in auto piazzale Tripoli. Alla vista dei poliziotti, ha consegnato di sua spontanea volontà due involucri con una modica quantità di cocaina, per uso personale. A quel punto è scattata la segnalazione alla Prefettura.”

Buon divertimento!

Ingroia: “Io in politica? Mai dire mai” (come volevasi dimostrare)

Antonio Ingroia, magistrato militante, (finalmente) domani ci lascia per trasvolare in Guatemala. Per sempre? Non si direbbe.

In un’intervista di oggi sul Corriere a firma di Giovanni Bianconi, infatti, a domanda specifica su una sua possibile candidatura, Ingroia non nega per nulla un suo possibile ritorno ed impegno attivo in politica. Non è la prima volta che succede, ma più lui vola lontano, più vicina sembra la sua “discesa in campo” di berlusconiana maniera.

Riprendiamo alcuni passaggi dell’intervista in oggetto:

“Ingroia prenderà un aereo per il Guatemala, dov’è stato chiamato a un incarico investigativo sotto l’egida delle Nazioni Unite, ma c’è chi è pronto a scommettere che tornerà molto prima del previsto, per partecipare alla prossima campagna elettorale. Magari come candidato premier di un’ipotetica quanto informe alleanza tra «partito dei sindaci», grillini e dipietristi.”

Il giornalista domanda: “E se qualcuna di quelle fantasie dovesse diventare realtà? Il «mai dire mai» che ripete ogni volta che si parla del suo ingresso in politica vale sempre?”.

Il celeberrimo magistrato/attivista politico risponde: “Quello vale per tutti, compresi i magistrati in partenza per il Guatemala”.

Buon divertimento (con questo tipo di magistratura)!

Grillo antidroga

Bologna: la grassa, la dotta e la rossa. Forse anche un po’ drogata e sotto psicofarmaci. O almeno lo potrebbe essere la sua futura guida.

Per appurare se il pretendente alla carica di neosindaco della città faccia uso di sostanze più o meno illecite, i “grillini” hanno chiesto di effettuare un test antidroga sugli altri due candidati che ipoteticamente andranno al ballottaggio. Il loro già ha effettuato le analisi e renderà pubblici i risultati nei prossimi giorni.

A parte il fatto che, se Grillo non fa uso di nessuna sostanza, io sono Pluto (e se non lo fa, spiegatemi come si può essere così energici ed incazzati, lo voglio sapere!), piuttosto, quella del test non mi sembrerebbe una richiesta completamente insensata. Se fossimo in un regime integralista islamico.

Bun divertimento! (e fatela girare)

link — > articolo su Blitz

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: