Il teatrino della politica | TDP

spettacolari burattini parlanti

Archivi delle etichette: Ignazio Marino

Marino: “Se la Roma vince lo scudetto mi spoglio”

ferilli_roma-30-10-2013Il sindaco Ignazio Marino in cerca di popolarità? Questo vien da pensare dopo l’uscita dell’ex chirurgo al programma Supermax su Radio 2: “Se la Roma vince lo scudetto mi spoglio“.

Tra gente che già prega che a questo punto la Roma calcio fallisca prima della fine della stagione e la buona Ferilli nazionale che già ha rispolverato il costumino color carne per non sfigurare (per chi non se lo ricordasse, vedasi foto), cotanta dichiarazione politica pone Marino di fronte all’obbligo morale di farsi un lifting di qui a pochi mesi.

Voi avreste piacere,  a questo punto, che a vincere sia la squadra della Capitale?

Buon divertimento!

Annunci

Ignazio Marino, il sindaco lazial-romanista

Secondo voi questa foto fa acquistare o perdere voti?

Buon divertimento!

ignazio-marino-roma-lazio-17-09-2013

Ma sono pochi 4.500 euro netti al mese? Per Ignazio Marino sì

Non sarà stato il primo (e, ci giuriamo, non sarà neanche l’ultimo), ma Ignazio Marino, novello sindaco di Roma con il pallino delle pedonalizzazioni, non l’ha presa bene aprendo la sua busta paga: un netto di circa 4.500 euro al mese.

In effetti, se contiamo che in passato Ignazio nostro ha svolto la professione di chirurgo prima e di parlamentare poi, quella cifra gli deve essere sembrata una bazzecola.

“Amministriamo bilanci miliardari e responsabilità enormi”, dice il sindaco della Capitale. Forse non ha tutti i torti. Forse. E comunque avrebbe potuto informarsi prima, gli stipendi dei sindaci sono di pubblico dominio.

Riflettiamo un attimo sulla cifra: certamente una grande responsabilità merita alte soddisfazioni economiche; essendo una carica pubblica così in vista ed oberata di impegni, sembra giusto che lo stipendio sia consono. 4.500 netti sono sufficienti? Probabilmente sì, anche viste le agevolazioni di cui godi ricoprendo tale carica. Poi, se ti aspetti di diventar ricco facendo il sindaco, è probabile che ti sia fatto male i tuoi conti.

Piuttosto è noto come in Italia ci sia qualcosa che non va nell’equilibrio degli stipendi tra cariche: se è vero che un sindaco di una città medio-piccola riesce ad ottenere una indennità nell’ordine dei 2.000 euro, ci son presidenti di regione che guadagnano come e più di Obama (v. Crocetta in Sicilia) e vecchie cariatidi della politica che, sommando cariche, indennità e pensioni, arrivano a guadagnare al giorno quasi quanto Marino prende al mese (vogliamo citare il solito Giuliano Amato che, bontà sua, percepisce un bel totale di 31mila euro al mese?).

Sotto, ripresa dal Corriere, trovate un rapido confronto tra due sindaci (Marino e Renzi) e due presidenti di regione (Maroni ed Errani).

pop_stipendi

Ad ognuno il suo giudizio e… buon divertimento con il vostro stipendio!

Amministrative 2013: Pdl arretra ovunque, M5S crolla, Pd non gioisce

alemanno-ignazio-marino-28-05-2013Così l’articolo di Paola Di Caro sul Corriere di oggi: “Pdl arretramento ovunque, anche in roccaforti tradizionali come Imperia, in città governate come Brescia e Viterbo e Treviso, sconfitte pesanti a Vicenza, Sondrio, Siena, Ancona. Per non parlare di Roma”.

In effetti le elezioni amministrative tenutesi in questo weekend hanno dato dei forti segnali a Silvio nostro: mentre si riposa in Sardegna, il Cavaliere medita sul forte distacco accusato da Alemanno nei confronti di Ignazio Marino e, soprattutto, sul drastico calo di affluenza generalizzato, vedi i 20 punti percentuali in meno di Roma.

Se il Pdl va male, neanche Grillo può gioire, anzi i suoi candidati rimangono fuori da tutti i ballottaggi. Un tracollo forse dovuto alla diversa tipologia di elezioni… forse.

Piuttosto sotto pressione per vicende governative, tutto sommato non può cantar vittoria neppure il Pd, ancora con le ossa rotte dal voto di febbraio.

Insomma tutti sconfitti o quasi, con quasi la metà degli aventi diritto che si son ben guardati dall’esercitare il loro diritto democratico.

Buon divertimento!

Tdp e la nascita di i-think, nuova palestra di idee di Ignazio Marino

Va molto di moda parlare di think tank ultimamente. Meno ci sono idee valide in giro e più si creano “pensatoi”.

Oggi è la volta di  i-think: questo il nome del nuovo incubatore di pensiero nato su impulso di Ignazio Marino. La presentazione avverrà lunedì 9 alle ore 11.00 all’hotel Fortyseven a Roma. Il Teatrino della Politica sarà presente e vi ragguaglierà in diretta di cosa si discuterà ma soprattutto del come lo si farà.

La nostra è una sana curiosità, infatti: siamo stanchi di inutili accozzaglie di finti intellettuali che “ne parlano su” senza dare soluzioni. Lo sappiamo come siam messi e quanto è grave la situazione. La classe dirigente, think tank compresi, deve proporre soluzioni o farsi da parte, una terza via non è concessa.

A guardare il neonato portale, i-think-italia.it, sembra ci siano spunti interessanti. Come da tradizione del senatore, la bilancia è un po’ spostata su sanità e ricerca; del resto sono campi in cui Marino sguazza da una vita (i suoi trascorsi come medico emergono ad da ogni suo discorso pubblico).

Di seguito le coordinate per intercettare i “flussi mentali” di questo nuovo soggetto:

Twitter –> @ithinkitalia
Facebook –> i-think italia
Youtube –> canale i-think

Lunedì inizieremo a scoprire il valore del progetto i-think. Stay tuned!

Buon divertimento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: